seo risultati ottimizzazione studio flo

SEO Facciamo il punto

SEO | Quando, come e perché si ottimizza un sito per ottenere posizioni di rilievo sui motori di ricerca

L’acronimo SEO (search engine optimization) racchiude tutte le attività che contribuiscono a far sì che un sito web ottenga una posizione elevata nei risultati dei motori di ricerca.

Una buona strategia SEO aiuta a catapultare un sito web in cima ai risultati dei motori di ricerca e può contribuire in maniera concreta ad aumentare la visibilità e diffondere il marchio di un’azienda.

Questo è in poche parole il risultato a cui puntano le operazioni di ottimizzazione SEO.

Non c’è da stupirsi che molte aziende si affidino ad agenzie specializzate per migliorare il proprio posizionamento online, o abbiano al loro interno professionisti in grado di occuparsi di SEO.

 

Posizionamento e visibilità

Se ci interroghiamo sulla nostra esperienza da fruitori del web e se osserviamo le abitudini di ricerca delle persone che conosciamo, ci sarà subito evidente come la maggior parte di noi tenda a prediligere i risultati che compaiono nelle primissime posizioni delle SERP.

Se ciò sia dovuto alla pigrizia degli utenti o alla loro fretta di cliccare sulla prima risposta disponibile, oppure alla struttura intrinseca delle pagine e all’organizzazione dei risultati di ricerca, non sta a noi stabilirlo. La cosa certa è che i siti web posizionati ad un livello defilato rispetto al primo elenco di risultati per ogni ricerca raramente ottengono l’attenzione degli utenti.

Per un’azienda questo si traduce nella perdita di potenziali clienti che, frettolosi o pigri che siano, sono già alla ricerca attiva di un prodotto o di un servizio per cui l’azienda stessa potrebbe competere.

 

 

Cos’è la SEO?

L’ottimizzazione per i motori di ricerca, in breve SEO, è una sotto area del marketing online che si propone l’obiettivo di migliorare il posizionamento online, ovvero la visibilità delle pagine web sui motori di ricerca. La SEO è divisa a sua volta in due sotto-discipline: ottimizzazione OnPage e OffPage.

 

I motori di ricerca

Sofisticati algoritmi consentono ai motori di ricerca di oggi di rispondere alle richieste degli utenti fornendo risultati molto accurati; informazioni preziose, selezionate tra enormi quantitativi di dati, che vengono retrocesse istantaneamente a chi si rivolge a Google, Bing, Yahoo o ai più recenti Ecosia, DuckDuckGo e soci, puntando ad una sempre maggior pertinenza e affidabilità. La visualizzazione dei risultati della ricerca, chiamata anche SERP, dipende da una serie di fattori in continua evoluzione.

Fin dall’arrivo sul mercato dei primi motori di ricerca, il compito principale nel campo della SEO è stato quello di conoscere e valutare questi fattori di ranking e di influenzare positivamente le classifiche di un sito web attraverso operazioni mirate di ottimizzazione.

 

L’evoluzione della SEO

 

Strategie di posizionamento online

Come spesso accade, subito dopo che i motori di ricerca si sono affermati sul web, i primi webmaster hanno cominciato a sviluppare strategie per cercare di influenzare i risultati della ricerca. La comunità SEO che ne è derivata ha rapidamente scoperto che misure relativamente semplici potevano manipolare il ranking di un sito web, permettendogli di accaparrarsi posizioni di vantaggio nei risultati e di rendersi visibile a una mole di ricerche in esponenziale crescita.

Tecniche come il keyword stuffing, il link spamming ecc., si sono rapidamente diffuse tra gli operatori dei siti web quali pratiche relativamente semplici per ottenere, a buon mercato e spesso senza reale merito, posizionamenti di rilievo sui motori di ricerca.

 

Gli algoritmi di Google

Nel corso del tempo, i motori di ricerca come Google si sono resi conto che questa tendenza non andava nell’interesse degli utenti e hanno iniziato a sviluppare e ad aggiornare gli algoritmi alla base del loro servizio.

Negli ultimi anni i vari servizi di ricerca sono riusciti ad affinare sempre più la qualità dei propri risultati, e i siti web di scarso valore o quelli che dovevano il loro posizionamento a misure di ottimizzazione scorrette o forzate hanno gradualmente perso visibilità.

Google in particolare si è guadagnato una posizione di assoluta dominanza nel mercato dei motori di ricerca, grazie al costante miglioramento dei fattori di ranking e al progresso delle proprie SERP.

Per il livello di sviluppo a cui Google è approdato, le tecniche SEO obsolete oggi non hanno più alcuna rilevanza o possono addirittura sortire un effetto negativo sul posizionamento online e sulla reputazione del sito che ne fa uso.

 

Dove si sta dirigendo il percorso di ottimizzazione dei motori di ricerca?

 

La SEO che verrà

Molto è cambiato nell’ultimo decennio. Alcune operazioni di fatto funzionano ancora allo stesso modo, altre misure sono state invece sepolte.

Nel complesso, si può dire che la SEO è diventata una materia più strutturata, poiché non è più sufficiente affrontare l’argomento da un unico punto di vista.

Da un elenco di tecniche da applicare, la SEO oggi si è trasformata in una serie complessa di operazioni, in cui l’interazione di fattori diversi deve essere coordinata in modo ottimale.

Abbiamo già accennato, in due precedenti articoli, dell’importanza che i contenuti di qualità e le informazioni orientate al cliente hanno assunto per un corretto posizionamento di un sito internet all’interno dei motori di ricerca. Tuttavia, per quanto fondamentale, questo è solo uno dei fattori che Google valuta per attribuire un posizionamento ad un sito web.

L’algoritmo di Google non si accontenta più di criteri di ranking fissi, ma sviluppa la propria analisi in modo continuativo e relativamente indipendente per mezzo dell’intelligenza artificiale, migliorando così ogni giorno i risultati della ricerca.

Questo processo, che può essere riassunto con il termine machine learning, comporta delle conseguenze singolari, ovvero che l’argomento diventa paradossalmente meno trasparente al migliorare delle prestazioni del motore di ricerca.

Nemmeno un dipendente di Google potrebbe dire ad oggi cosa è cambiato con un aggiornamento di Google, poiché i criteri di giudizio, pur seguendo delle logiche prestabilite, possono svilupparsi autonomamente e modificarsi con il passare del tempo. Inoltre gli aspetti legati alla SEO tecnica, come velocità e usabilità delle pagine, stanno diventando parametri sempre più importanti per la valutazione di un sito.

Per chi studia e applica la SEO oggi, la domanda fondamentale da tener presente come paradigma dello sviluppo del proprio lavoro è una sola:

 

COSA VUOLE EFFETTIVAMENTE L’UTENTE DEL WEB?

 

 

 

Vantaggi della SEO

La SEO è una branca indispensabile del marketing online. L’applicazione corretta di strategie SEO può oggigiorno contribuire in modo decisivo al successo di un’azienda.

Pertanto, non si tratta più di stabilire se la SEO sia utile o meno, ma come e quanto sia il caso di applicarla ad ogni singola realtà presente in rete.

 

La SEO è il futuro, perché gli utenti cercano online

Mentre le pagine gialle raccolgono polvere nell’angolo, anche le generazioni più anziane utilizzano la rete come fonte di informazioni. Quasi otto persone su dieci nel nostro paese usano Google per cercare una soluzione alle loro personali esigenze, e il dato è in crescita. Che si tratti di un numero di telefono da contattare, un’attività da raggiungere, un servizio da valutare o un prodotto da acquistare, la maggior parte di chi ha la possibilità di utilizzare internet si rivolge ad un motore di ricerca per ottenere una risposta.

 

Applicare delle adeguate misure SEO per comparire nelle prime pagine dei risultati di ricerca equivale ad investire nel futuro.

 

La SEO offre agli utenti una soluzione diretta

Rispetto ad altre misure di acquisizione di clientela, l’ottimizzazione per motori di ricerca ha un chiaro vantaggio: il potenziale cliente non deve essere convinto di aver bisogno dei prodotti o dei servizi offerti. Chi si rivolge ad un motore di ricerca è già interessato ad un determinato prodotto, altrimenti non lo cercherebbe.

 

La SEO è efficiente in termini di costi

Molti imprenditori utilizzano il fattore costo come argomento contro la SEO.

L’ottimizzazione di un sito web per i motori di ricerca non è proprio a buon mercato, ma l’investimento può avere un ritorno notevole. Come abbiamo visto, un buon posizionamento sulle SERP può implicare una crescita considerevole per un’azienda di qualsiasi livello o settore.

Oltre a questo va considerato che la presenza organica di un’attività in posizioni di rilievo sui motori di ricerca genera traffico gratuito. A differenza di ciò che accade nelle campagne di visualizzazione sponsorizzate di qualunque tipo, il vantaggio in termini di visibilità rimane e il traffico non crolla all’esaurirsi del budget.

 

La SEO è misurabile

Lavorare con professionisti SEO garantisce che tutte le misure attuate e i risultati ottenuti vengano registrati, analizzati e valutati.

In questo modo si possono elaborare con estrema facilità resoconti sulla base dei quali misurare i successi delle attività di SEO.

 

La SEO rafforza l’immagine di un’azienda e porta nuovi clienti

La SEO risulta particolarmente interessante anche per un altro particolare aspetto: l’aumento della visibilità non è relegato solo al momento della ricerca.

Grazie all’orientamento a lungo termine della SEO, gli utenti entrano sempre più spesso in contatto l’azienda, il marchio e il nome del prodotto ben posizionato.

Questa forma di brand awareness è un ulteriore fattore di successo.

 

Conclusione – Perché la SEO è così importante per le aziende?

Alla luce di ciò che abbiamo detto, risulta evidente quanto sia importante per un’azienda, a prescindere dalla sua tipologia e dalla sua dimensione, inserire una buona strategia SEO come componente fondamentale della propria attività di marketing online.

Solo includendo la SEO in una visione olistica del marketing online, un’azienda può puntare ad un concreto aumento del traffico sul proprio sito web, ad una visibilità organica sui motori di ricerca, a un miglioramento dell’esperienza dell’utente e ad un rafforzamento del proprio brand.

Sia le abitudini di ricerca degli utenti che i motori di ricerca stessi sono in continua evoluzione.

Per questa ragione è necessario che l’ottimizzazione SEO della propria attività online non sia semplicemente una manovra da applicare una tantum, ma che venga sviluppata in maniera continuativa, con soluzioni che sappiano adattarsi alle tendenze e allo sviluppo delle logiche alla base degli algoritmi.

 

Per favorire il posizionamento a lungo termine di un’attività sui motori di ricerca la SEO deve entrare a pieno titolo nella strategia di marketing di un’azienda.

 

In sintesi: la SEO non è solo una tendenza momentanea, ma rimarrà una parte vitale del marketing online anche in futuro.

Chi punta al successo della propria attività non può più trascurare l’argomento.


Noi di STUDIO FLO ci siamo.

Contattaci S.enza E.sitare O.ltre.

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email